Formazione: narrazione di comunità

La narrazione di comunità è una forma di racconto, di storie e di paesaggi locali intesi come luoghi che concentrano in sé tutte le storie di coloro che li hanno vissuti, raccontati, attraversati. Il narratore di comunità si trova ad avere tra le mani oggetti (nel caso nostro l’immaginario collettivo) che ha incontrato sul campo o che gli sono stati consegnati, oggetti che sottopone a un rispettoso processo di manipolazione per renderli adeguati al tipo di lavoro che sta portando a termine (scrittura di un progetto, storyboard, mostra fotografica eccetera).

In questa ottica potremmo formare gli insegnanti a realizzare con la classe delle attività di narrazione di comunità (mostre, progetti, video, eccetera) partendo dall’incontro con gli informatori (detti focolari narrativi), con le storie che sono “veramente raccontate”, con le fonti reperibili. Per focolare narrativo si intende la persona che affida la storia, un sapere o un saper fare, al narratore di comunità. Il narratore di comunità non fa storytelling; la narrazione di comunità è una metodologia per raccontare, appunto, luoghi, saperi e conoscenze; è una metodologia applicabile alle scuole, ai musei, alle aziende ecc.

INCONTRI – WEBINAR

1. IL NARRATORE DI COMUNITÀ. Il primo incontro è dedicato alla figura del narratore di comunità. Si parlerà dell’esperienza di Viterbo, della “Banda del Racconto”, delle passeggiate-racconto organizzate in Valdarno. Superare la lezione frontale: docenti e discenti fanno ricerca insieme.

2. SNIDARE E DOCUMENTARE LE STORIE. Dove stanno le storie? Quale storia raccontare e come raccontarla.

3. IL FOCOLARE NARRATIVO. Individuare i focolari narrativi: riconoscerli e ascoltarli.

4. NARRAZIONE DI COMUNITÀ E SCUOLA. La valenza didattica della narrazione di comunità. Accompagnare i ragazzi nella realizzazione di una narrazione: formazione e autoformazione.

5. LE FONTI. Tipologia di fonti: caratteristiche, peculiarità, chiavi di ascolto e trattazione. Il lavoro del narratore di comunità.

6. NARRAZIONE DI COMUNITÀ E WEB. Le passeggiate racconto nel mondo virtuale. 2

7. LABORATORIO. Individualmente o a gruppi i partecipanti saranno invitati a redigere un “progetto” volto alla realizzazione di una narrazione.

SVOLGIMENTO DEGLI INCONTRI: via internet incontri di 1 ora per la teoria e seduta lunga per la valutazione dei lavori laboratoriali.

Le lezioni verranno tenute da Paola Bertoncini, narratrice di comunità, coadiuvata da Marco Betti, regista teatrale, drammaturgo, educatore professionale. Al link https://www.lentopede.eu/diario/narratori-di-comunita/ potete leggere come la nostra guida si è avvicinata a questa metodologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.