Museo dell'Immaginario Folklorico

Archivio nazionale: Regole per gli intervistatori
Argomento: Saggi
Concetta Aprile Segnala "

"Regole" per gli alunni intervistatori

Si danno alcune semplici regole per effettuare interviste finalizzate alla raccolta di testimonianze sull'immaginario.
Le regole vanno seguite scrupolosamente.
Nel caso si regsitri sarebbe importante conservare e consegnare al Centro anche la cassetti audio o video o il file digitale. Il Centro si impegna a produrne una copia, in modo da riconsegnare l'originale o la copia analogica o digitale all'intervistatore

Ogni alunno dovrà intervistare i familiari o altri che potrebbero dar loro aiuto e collaborazione nella ricerca di forme e categorie nell’intrico immenso e fantastico della tradizione popolare. ·

Argomentazione da trattare per condurre la ricerca:
Ø antiche tradizioni
Ø leggende locali e mitologiche
Ø credenze su animali, piante o cibi
Ø racconti su avversari soprannaturali (es. orchi, streghe, vampiri, fantasmi, diavoli e demoni, esseri fantastici, …)
Ø racconti su protettori soprannaturali (es. filatori, fate, nani, animali soccorritori, …)
Ø medicina popolare
Ø magie e meraviglie (es. poteri magici, rimedi magici, conoscenza del linguaggio degli animali, forza straordinaria, …)
Ø potenze superiori (es. profezie, fortune, …)
Ø figure della paura Ø racconti del malocchio
Ø esperienze personali
Ø fiabe popolari
Ø luoghi della paura o racconti immaginari legati ad alcuni luoghi – se è possibile fotografare questi luoghi
Ø avvenimenti e credenze antiche
Ø visioni illusionistiche
Ø viaggi fantastici
Ø leggende di luoghi e immagini rappresentate per mezzo di disegni che rappresentano simboli legati a racconti o leggende – se è possibile fotografare queste immagini ·

Si dovrà avere cura di chiedere ad ogni intervistato, il nome, l’anno e il luogo di nascita e la città o il paese di provenienza della storia raccontata. ·

L’alunno potrà, a propria scelta, registrare o trascrivere i racconti raccolti. · Nel caso in cui i racconti vengano ascoltati, devono essere di seguito trascritti, cercando di ricordare le terminologie esatte, nel caso in cui i racconti vengano registrati, con audiocassette e registratori, bisognerà sbobinare le cassette, trascrivendo parola per parola l’intervista fatta. ·

E’ importante che quanto raccolto non venga neanche minimamente alterato, né abbellito in alcun modo e che venga prestata la massima attenzione, non solo alle storie e ai racconti o resoconti completi, ma anche ai frammenti, agli spezzoni, a tutti gli elementi, anch minimi, che gli intervistatori abbiano fornito, perché anche i frammenti, se messi in rapporto ad altri, possono assumere un’importanza decisiva o possono costituire il tassello mancante di una storia o leggenda e agevolare la ricerca.

Questa ricerca ha il fine e l’obiettivo di tutelare e promuovere un nuovo settore riconosciuto dalle Soprintendenze per i Beni Artistici e Storici; tali categorie di beni, sia materiali che immateriali, vengono riconosciute come beni culturali a pieno titolo e quindi testimonianze aventi valore di civiltà.

Il valore didattico-educativo di tali esperienze è, come affermano gli insegnanti della scuola Borgo a Mozzano, di raggiungere l’obiettivo formativo di promuovere negli alunni un positivo atteggiamento verso le realtà in cui vivono, fondato sulla voglia di conoscere, sul rispetto, sul desiderio di essere soggetti attivi nel proprio ambiente. Questa voglia di conoscere valorizza aspetti fino ad ora spesso trascurati.
Inoltre, come insegna il prof. Borghini, i bambini sono spesso i rilevatori ideali, in quanto conosciuti, amati e non “temuti”, tali da mettere a proprio agio le persone intervistate e favorirne l’apertura e la disponibilità a raccontare.


[Tale ricerca è condotta da Prof. Alberto Borghini (docente di Antropologia Culturale al Politecnico di Torino e di Semiotica all’Università di Pisa e Direttore del Centro di Documentazione della Tradizione Orale di Piazza al Serchio– Lucca). Questo testo è stato predisposto dalla studentessa Concetta Aprile (Politecnico di Torino- Facoltà di Architettura)]

"

Valutazione Articolo

Punteggio Medio: (Ancora Nessun Voto)


_______________
 


Login





Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.
Nodo: Museo immaginario Ultimo inserimento News; 19:07:09 14/08/2016
[ Privacy - Note Legali - Accessibilita' - Credits - Elenco Siti Tematici]

Museo Nazionale Immaginario Folklorico
Via Comunale 2 Piazza al Serchio (LU)
Cell:+393286366966
Responsabile Pubblicazione:Umberto Bertolini Email:info@museoimmaginario.net