Museo dell'Immaginario Folklorico

Notizie: Atelier fiaba
Argomento:
La fiaba e l'immaginario. L'Atelier Fiaba in diversi contesti educativi e terapeutici.Il corso si propone di formare all'uso dell'atelier per poterlo animare in luoghi differenti: asili nido, scuole materne ed elementari, ludoteche, laboratori di lettura e racconto, centri socioterapeutici, comunità.

 
CFPSpazio Psicomotorio
La Fiaba e l’Immaginario”
l’ «Atelier Fiaba» in diversi contesti educativi e terapeutici
direzione scientifica Prof. Pierre Lafforgue




Primo Modulo. 17 Marzo 2007 - 10 Novembre 2007
 
Il corso e le sue Caratteristiche
 
Finalità
XL’ «Atelier Fiaba» è stato formulato dal Prof. Pierre Lafforgue come metodo per il racconto delle fiabe da utilizzare in diversi contesti: gioco, educazione, terapia.
XIl corso si propone di formare all’uso dell’atelier per poterlo animare in luoghi differenti (asili nido, scuole materne ed elementari, ludoteche, laboratori di lettura e racconto, centri socioterapeutici, comunità), rivolto a persone diverse (bambini, adolescenti, adulti in difficoltà,), con finalità diverse (espressive, educative, terapeutiche)

Struttura del Corso

Il Corso è strutturato in due moduli successivi a cui gli allievi non sono obbligati se non in ragione del titolo che desiderano conseguire.
Sono previsti due diversi riconoscimenti di fine corso.
Il primo è un attestato di partecipazione che si consegue al termine del primo modulo.
Il secondo è un diploma di formazione all’uso dell’ Atelier Fiaba in contesti educativi e terapeutici

Destinatari

Nei suoi due moduli il Corso si indirizza a persone diverse.
Il primo modulo può essere frequentato da tutte le persone che sono interessate al tema della Fiaba e dell’Immaginario.
Il secondo modulo può essere frequentato da coloro che hanno già concluso il primo modulo e desiderano formarsi all’uso “dell’ «Atelier Fiaba»in contesti educativi e terapeutici

Contenuti e metodologia

Il corso è articolato in due aree di formazione: teorica, e pratica


 
La Formazione nel Primo Modulo
 
Area di formazione teorica
E’ costituita da lezioni e seminari su temi specifici.
Contenuti
  • Le forme dell’immaginario: fiaba, storia, racconto, miti e leggende.
  • Fiaba e folclore.
  • La comprensione della fiaba: significati e i modelli interpretativi.
  • L’atelier fiaba: struttura e funzioni
  • Il funzionamento del gruppo nell’atelier fiaba.
  • La fiaba nei diversi contesti culturali

Area di formazione pratica
Questa parte di formazione è organizzata sottoforma di laboratori pratici i cui contenuti sono:
l’arte del raccontare
l’espressività motoria
l’improvvisazione teatrale

Verranno inoltre presentate le possibilità di impiego dell’Atelier Fiaba nei diversi contesti e finalità sopra citate

 

Informazioni di Segreteria
 
Inizio e Durata del primo Modulo:
Inizio del primo Modulo: sabato 15 marzo 2008
Il primo Modulo occupa 7 week end, uno per mese eccetto nei mesi di luglio e agosto, per un totale di 81 ore.
Costo complessivo
860 (IVA compresa) suddivisibili in 2 rate.
La prima rata di € 480,00 (IVA compresa) è da versarsi all’atto dell’iscrizione.
La seconda rata di € 380,00 (IVA compresa) sarà da versarsi entro il 31 maggio 2008.
Il corso sarà attivato con un numero minimo di 10 partecipanti.
Sarà ammesso un numero massimo di 20 partecipanti.
Iscrizione
Le domande di iscrizione dovranno pervenire al C.F.P. entro il 2 marzo 2008
Attestato
Alla fine del primo Modulo i partecipanti riceveranno un attestato di frequenza a firma del prof. Pierre Lafforgue.
Per conseguirlo sarà necessario aver parte4cipato almeno all’80% delle ore previste per ogni area di formazione (teorica e pratica).
Segreteria C.F.P.tel/fax 011 7412840 E-mail info@cfptorino.it
Francesco Gasto 3392263753
 
Insegnamenti del primo modulo

(Questo elenco è. al momento, incompleto)
Docenti
 
L’Atelier Fiaba e il suo impegno in contesti narrativi, educativi e terapeutici
Pierre Lafforgue
 
Metodo della ricerca e teoria del messaggio
Alberto Borghini
Mito, Fiabe e Racconti:
Figure e localizzazioni del magico
 
Fiabe di altre culture
Tullia Chiarioni
 
L’immaginario del bambino nella prima infanzia
Giansandro Lerda
 
L’Atelier Fiaba:
teoria e pratica
Maria Teresa Canella
Ester Chicco
Elisabetta Galanti
 
Laboratori pratici:

Ritmi, filastrocche e canzoncine
Erica Guarino
Leggere e raccontare
Psicomotricità ed improvvisazione teatrale
Erica Guarino; Maruska Malossi

Valutazione Articolo

Punteggio Medio: (Ancora Nessun Voto)

Argomenti Correlati



_______________
 


Login





Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.
Nodo: Museo immaginario Ultimo inserimento News; 19:07:09 14/08/2016
[ Privacy - Note Legali - Accessibilita' - Credits - Elenco Siti Tematici]

Museo Nazionale Immaginario Folklorico
Via Comunale 2 Piazza al Serchio (LU)
Cell:+393286366966
Responsabile Pubblicazione:Umberto Bertolini Email:info@museoimmaginario.net